logo
A powerful architecture & Construction theme. Construct your website in the perfect Ratio.
Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula

Blog

Terzi Group / facciate  / Lavorazione facciate ventilate (customizzazione dei prodotti ceramici)

Lavorazione facciate ventilate (customizzazione dei prodotti ceramici)

In questo articolo noi di Terzi Group vogliamo parlarti delle facciate ventilate. Ti invitiamo dunque a rimanere su questo articolo. Prima di iniziare però ti ricordiamo che ogni edificio “comunica” e si relaziona con l’esterno attraverso le facciate e che l’isolamento termico e acustico, la quantità di luce e aria, dipendono dalla conformazione delle facciate, che hanno proprio lo scopo di proteggere e regolare i rapporti tra “dentro” e “fuori”. Esistono diverse tecnologie per realizzare l’involucro esterno, ciascuna con i suoi pregi e con i suoi difetti. Tra queste, una soluzione particolarmente efficiente è quella delle facciate ventilate.

Facciata ventilata: ecco di cosa si tratta

Quando si parla di facciata ventilata si fa riferimento ad un sistema di rivestimento in cui viene creata un’intercapedine di ventilazione tra il rivestimento e l’isolamento, eliminando così i ponti termici e di conseguenza anche i problemi legati alla condensa e come ci sarà facile intuire grazie al loro utilizzo è possibile ottenere prestazioni termiche ottimali evitando l’umidità. Questo sistema quindi è considerato il più efficace per risolvere il problema dell’isolamento dell’edificio ed è molto apprezzato da architetti, promotori e costruttori.

Detto questo devi sapere che una facciata ventilata basa il suo funzionamento sul movimento d’aria che si innesca all’interno della camera d’aria. Si tratta di un moto convettivo naturale, che dipende dalla differenza di temperatura che si crea tra interno ed esterno dell’intercapedine. Nel funzionamento estivo, l’innalzamento della temperatura dell’aria nell’intercapedine causata dalla radiazione solare sul rivestimento, provoca il cosiddetto “effetto camino”, responsabile di un moto d’aria verso l’alto. In questo modo, il calore viene “portato via”, riducendo la temperatura sulla parete interna. Nei mesi invernali, invece, quando la radiazione è meno intensa, l’intercapedine mantiene in equilibrio la temperatura interna della parete, riducendo così i problemi legati ad umidità e condensa superficiale.

Ma passiamo a vedere come è composto.

Il sistema di facciata ventilata è composto da:

  • Isolamento termico;
  • Struttura in alluminio;
  • Pannelli per facciata ventilata di materiali diversi.

Ci sarà quindi facile capire che si crea una sorta di “effetto camino” che può essere tradotto in termini di efficienza energetica: con il sistema di facciata ventilata infatti, si crea una camera d’aria tra l’isolamento e il rivestimento e grazie al riscaldamento dell’aria nell’intercapedine rispetto alla temperatura ambiente, si verifica il cosiddetto “effetto camino”, che innesca una ventilazione continua nella camera d’aria. In questo modo quindi, il vapore acqueo proveniente sia dall’interno che dall’esterno dell’edificio viene eliminato costantemente, mantenendo asciutto l’isolamento che quindi risulta più performante e ottenendo un notevole risparmio sul consumo energetico.

Infine vi ricordiamo che esistono delle soluzioni di facciata ventilata che utilizzano il gres porcellanato, il quale utilizzo comporta tantissimi vantaggi tra i quali:

  • Compatto e omogeneo;
  • Ingelivo;
  • Resistente agli sbalzi atmosferici;
  • Durevole;
  • Inassorbente;
  • Resistente;
  • Ignifugo;
  • Leggerezza delle lastre;

Sono quindi davvero tantissimi i motivi per cui scegliere questa opzione.

Cosa aspetti allora! Non ti resta che riempire il form alla sezione contatti del nostro sito web e ti contatteremo in tempi brevissimi.